giovedì 19 giugno 2014

Lavaggio

Siamo arrivati a sera. La definirei una giornata tranquilla tutto sommato nonostante il caos dei lavori in corso davanti alla via. Un gran baccano ma non è stato un giorno inutile anzi quel minimo di soddisfazione arriva. Per certi versi mi dico che quello che avevo impostato e deciso di fare è stato corretto perché in questo momento di difficoltà mi permette di andare avanti, a fatica ma almeno regge e produce. Sarà un inizio si spera. Voglio pensare ancora che sia un inizio di qualcosa. Voglio pensare che il 19, data significativa per me, rappresenti un inizio vero di un nuovo fare, di un nuovo muoversi e forse sognare un po. Avrò un mondo di problemi da gestire, da guardare negli occhi ma se il destino vorrà aiutarmi spero di farcela. 
Ho voglia di pioggia. Una pioggia purificatrice che cancelli tutto e tutti e metta mano ad un nuovo inizio. Ecco ciò che voglio. Ricominciare si tutto, ricominciare anche da piccoli segni, da piccoli atti, da nuovi simbolismi: attendo di farmi un nuovo tatuaggio per dirmi che siamo pronti a riniziare tutto. Già. Basterebbe solo un tatuaggio oggi per esempio e poi magari un bel viaggio in giro nei luoghi che amo e che mi diano quella serenità che ora manca. 
Attendo un po' di pioggia. Un po' di pulizia interna che rivoluzioni. Sarà difficile ma ancora ci spero. Poi se le cose non andranno, sarà tutto un altro discutere. Meglio non ragionarci troppo.
Buon anniversario. Ma che rappresenti il segno del nuovo che arriva e del vecchi che finalmente sparisce.

Nessun commento:

Posta un commento